SABATO 12 APRILE
CAGLIARI ATTENDE I PROTAGONISTI DEL MONDIALE
Non solo l´evento agonistico con la partenza e la prima prova speciale, ma anche molte altre iniziative collaterali accompagneranno il pubblico lungo tutta la giornata del 5 giugno.
Non solamente la partenza dalla centralissima Via Roma e la prima prova speciale del rally nell´Area dell´Autorità portuale, ma anche altre iniziative collaterali accompagneranno il pubblico lungo tutta la giornata del 5 giugno, giornata di apertura del Rally Italia Sardegna 2014 l´appuntamento italiano del Campionato del Mondo Rally.

I due momenti principali della giornata saranno quello della partenza prevista da Via Roma e quello della
prima prova speciale sono in programma nell´area dell´Autorità Portuale. Negi ultimi giorni si sono susseguiti gli incontri ed i sopralluoghi soprattutto nella zona del percorso della prova speciale di apertura del rally. Una prova che sarà seguita con una diretta tv , sicuramente sul canale Fox, di 50´ e che si svolgerà su un percorso di 1.3 km "coperto" da ben sette telecamere.

La visibilità internazionale che il Rally darà alla città di Cagliari sarà un'occasione preziosa per far conoscere le caratteristiche e le tipicità del territorio. A tal proposito, l'ente organizzatore della manifestazione, in collaborazione con l'amministrazione comunale e la Camera di Commercio di Cagliari, si è attivato per organizzare, a contorno della competizione sportiva, una serie di esposizioni che richiamino l'attenzione del pubblico oltre che sul tema principe dell'evento, i motori, sulle eccellenze sarde.

Inoltre il Comune di Cagliari è intenzionato a sfruttare questa occasione per sensibilizzare la comunità, ed in particolare bambini e ragazzi, su un altro tema caro all'amministrazione: la sicurezza stradale.
Nei giorni antecedenti la manifestazione, che offre la chance di catturare l'attenzione di giovani e adulti, saranno organizzati una serie di incontri teorici e prove pratiche nelle scuole, con l'ausilio degli Istituti Scolastici e dell'A.C.I.

Nello specifico gli incontri pianificati sono:
- con i genitori dei bambini dei nidi e degli asili. Spiegare l'importanza dell'uso del seggiolino, del suo corretto funzionamento e dell'appropriato utilizzo dei dispositivi di sicurezza. "Una recente indagine internazionale ha infatti evidenziato che il 40% dei bimbi europei viaggia senza seggiolino, e più del 50% in modo inadeguato." (fonte A.C.I.)
- con i ragazzi delle scuole elementari e medie inferiori. Il progetto "Kart in Piazza" insegna ai giovani piloti il rispetto delle norme del codice della strada, in percorsi che ricostruiscono la viabilità.
- con i ragazzi delle scuole medie superiori. Incontri con celebri piloti, che raccontando la propria esperienza professionale, mettano l'accento sul tema della sicurezza, sia nella disciplina sportiva che nella quotidianità delle strade delle Città.
- con i ragazzi dell'ultimo anno delle scuole medie superiori. Coinvolgere i più prossimi futuri neo patentati, purtroppo spesso avvezzi, nella società odierna, all'uso e abuso di alchool, in incontri specifici che illustrino tutte le conseguenze della guida in stato di ebrezza. Insegnare a bere responsabilmente e mettersi al volante in sicurezza.