DOMENICA 18 MAGGIO
TIZIANO SIVIERO ILLUSTRA LE NOVITÀ DEL RALLY ITALIA SARDEGNA 2014
Tiziano Siviero ha tracciato il percorso di questa edizione del Rally Italia Sardegna. Abbiamo sentito il due volte campione del mondo che ci svelato i segreti di questa gara che, per la decima volta, sarà valida quale appuntamento italiano del mondiale rally.
Qual´è la filosofia del percorso 2014 ?

La filosofia è quella di far vedere che anche da noi si possono fare delle scelte di percorso che "fanno notizia" in maniera di attirare l'interesse di media, sponsor e spettatori. In particolare si è spesso parlato delle lunghe speciali del Messico e dell'Argentina o delle super speciali che fanno da apertura a tutti i migliori rally del mondiale. Anche da noi in Sardegna si possono fare e quindi abbiamo preparato un percorso che dovrebbe "farsi notare" proprio su questi due punti. Ovviamente saranno i commenti degli esperti nel dopogara che ci diranno se lo sforzo che abbiamo fatto in questo senso è stato premiato, per ora mi pare che il primo obiettivo e cioè che si parli di noi, l'abbiamo centrato.

Le novità di quest´anno ed il percorso ambizioso presentato dall´Italia sono state delle scelte ad hoc per garantire una continuità al nostro paese nel mondiale rally ?

Diciamo che è un pezzo che si parla della nostra uscita dal WRC, ora vedremo se con queste novità cambierà l'aria che gira intorno alla nostra gara. Chiaro che tutto questo non è matematica ed il risultato finale dipenderà anche da molti altri fattori ma, dal mio punto di vista, almeno abbiamo reagito proponendo qualcosa di nuovo e di "stuzzicante"

La prova di Cagliari è molto impegnativa per l´organizzazione, come sarà allestita ?

Speriamo di riuscire ad allestirla bene anche perché sul progetto Cagliari ci giochiamo una bella fetta di credibilità. Sarà qualcosa di mai visto prima a questo livello in Italia, derapate, salti, arrivi in volata, assistenze prima e dopo la speciale, incontri tra il pubblico ed i piloti, il tutto in notturna ed in diretta TV in un percorso ricavato tra il molo con le barche da diporto ed i portici di via Roma che sono lo "struscio" Cagliaritano, direi una bella scommessa. Abbiamo fatto tutto il possibile perché risulti attraente a tutti i livelli e personalmente ho molta fiducia nel risultato finale e se ci aggiungiamo che Cagliari è una bellissima città con una vita serale molto intensa, non dovrebbe proprio mancarci il calore del pubblico.

La prova lunga è un´altra scommessa importante. Quanto è stato difficile preparare l´utilizzo di risorse, persone e mezzi per assemblare questo progetto che sinora solo gli organizzatori argentini avevano messo in atto ?

Sarà una bella sfida. A dire il vero io avrei voluto farla di 80 km che sono il limite regolamentare (e la Sardegna è uno dei pochi posti in Europa dove tecnicamente si può fare), ma per abbassare un po' i toni delle polemiche si è deciso di farla di circa 60 km. Saranno circa 500 i Commissari di Percorso che la presidieranno e questo dato credo che rappresenti bene la complessità dell'impresa. Di sicuro è una prova speciale bellissima dal punto di vista dei concorrenti, da guidare è veramente quanto di meglio si possa chiedere ad una ps.

Quale sarà a suo avviso la speciale decisiva della gara ?

Ovviamente la lunga che lascerà il risultato aperto sicuramente fino a sabato sera ma i concorrenti dovranno fare attenzione anche a quelle di domenica che, seppur più corte, non sono per niente facili. Soprattutto la Power Stage, che ha un andamento da "vecchio Costa Smeralda" e che non sarà facilissima da interpretare anche per i primi della classe, credo che ne vedremo delle belle!

LA GARA. L´edizione 2014 del Rally Italia Sardegna in programma dal 5 all´8 giugno prevede un percorso di 372 km cronometrati suddiviso in 17 prove speciali. Sarà Alghero quest´anno ospiterà per la prima volta il quartier generale, il parco assistenza e la sala stampa della manifestazione, il cui via sarà dato con lo shakedown di 3,50 km in programma la mattina del 5 giugno a Putifigari. Sempre il 5 giugno in serata ci sarà poi la partenza cerimoniale, che avverrà a Cagliari, e nel capoluogo della Regione Sardegna è in programma una super speciale di 1,30 km alle 21.06 nell´area portuale.
Il 6, 7 e 8 giugno sono poi in programma sugli sterrati del Monte Acuto, del sassarese, dell´Anglona e della Nurra le tre tappe della gara, che terminerà nel primo pomeriggio di domenica 8 giugno al porto di Alghero con la premiazione finale.